Monday, 17 February 2020 - 10:18
e-mail: redazione@bellunopress.it – direttore responsabile: Roberto De Nart

“Inchiostro-Tre appuntamenti sulla finzione”, la prima iniziativa di “Trentaduecento”, associazione a indrizzo culturale

Nov 19th, 2009 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

Tre scrittori in tre incontri. A proporli al pubblico bellunese è “Trentaduecento”, la nuova associazione bellunese a indrizzo culturale, che ieri mattina ha presentato al Ristorante Terracotta la sua prima iniziativa di carattere letterario intitolata “Inchiostro-Tre appuntamenti sulla finzione”. Tre autori in tre libri e una domanda: cosa significa, oggi, fingere? Anzi due: dove comincia la verità nella società dell’immagine? Pensato con la struttura del contraddittorio, “Inchiostro” invita gli scrittori a parlare, a confrontarsi, a stimolare il pubblico perchè prenda, a sua volta, parola.
Giulio Mozzi, Federica Sgaggio, Tiziano Scarpa. I protagonisti non sono scelti a caso, ma hanno tutti un rapporto con la realtà bellunese.

Giulio Mozzi

Giulio Mozzi

Giulio Mozzi tiene da anni un laboratorio di scrittura creativa organizzato dal Centro Territoriale Permanente per la formazione e l’educazione in età adulta alla scuola media “Nievo”.
Federica Sgaggio, giornalista, ha trascorso un periodo professionale nella redazione de “Il Gazzettino” a .
Tiziano Scarpa ha realizzato, insieme all’attrice Francesca Bogo, la lettura teatralizzata del suo libro “Groppi d’amore nella scuraglia”.
Tutte e tre le serate sono a ingresso gratuito e si terranno nell’aula magna dell’istituto “Catullo” in via Garibaldi.
Primo appuntamento lunedì 23 novembre, alle 18.30, protagonista il recentissimo libro di Giulio Mozzi “Corpo morto e corpo vivo-Eluana Englaro e Silvio Berlusconi” (ed. Transeuropa 2009). Contraddittorio a cura di Francesco Bortolini.

Federica Sgaggio

Federica Sgaggio

Secondo appuntamento lunedì 18 gennaio, alle 18.30, con “Due colonne taglio basso” (ed. Sironi 2008) di Federica Sgaggio. Contraddittorio a cura di Michela Fregona.
Terzo appuntamento lunedì 22 febbraio, alle 18.30, con “Stabat Mater” (ed. Einaudi 2008, Premio Strega 2009) di Tiziano Scarpa. Contraddittorio a cura di

Tiziano Scarpa

Tiziano Scarpa

Francesca Bogo.
“Inchiostro” è realizzato grazie alla collaborazione e al sostegno dell’istituto “Catullo”, Tecnografica, Ristorante Terracotta, Calcestruzzi , Iron srl, Client Server, Opel Rova.

L’associazione culturale “Trentaduecento” è costituita da Michele Fregona, Francesca Bogo, Guido Beretta (presidente) e Alberto Bogo. Letteratura, Fotografia, Musica, Digitale creativo.  Quattro persone che vivono e lavorano a Belluno con professionalità e competenze diverse, che la scorsa estate hanno deciso, come essi stessi hanno spiegato nell’incontro di presentazione di oggi, di mettere al servizio della città la loro esperienza per creare iniziative in grado di contribuire a “rianimare” la cultura, muovere il pensiero, le emozioni e la curiosità.

Share
Tags: ,

Comments are closed.