Monday, 17 February 2020 - 08:06
e-mail: redazione@bellunopress.it – direttore responsabile: Roberto De Nart

Meno due al grande fondo in Norvegia

Nov 19th, 2009 | By | Category: Pausa Caffè, Sport, tempo libero

Sabato e domenica in Norvegia a Beitostolen prende il via la Coppa del Mondo di sci di fondo. Sabato alle 11.30 toccherà alle donne (10 chilometri tenica libera), alle 13.15 start per la categoria maschile (15 chilometri tecnica libera) e domenica le staffette maschili e femminili. A Beitostolen continua a nevicare, lo confermano Magda Genuin e Fulvio Scola ai microfoni di Radio Più che in questa settimana ha stabilito un collegamento in diretta, tutti i giorni alle 14. Anche ieri i due agordini erano ai microfoni sereni e pronti per il debutto. Con loro una sorpresa: Pietro Piller Cottrer.
Ecco i loro commenti.
Magda Genuin
Tra le donne, chi vedi come favorite? visto lo stato di forma dimostrato nello scorso fine settimana sarà ancora la Bjorghen la protagonista?
“Lo stato di forma della Bjorghen invita a darla per favorita, salvo sorprese. Io punto ad un grande risultato della italiane, sia della Follis che della Longa”.
E Magda?
“Domanda difficile. Spero molto meglio di sabato. Non lo so, spero di entrare nelle prime 30, ma visto l’ultimo risultato non sarà facile. Corro per un risultato che mi soddisfi”.
Tra le prime 30 significa staffetta domenica?
“Questo dipende dalla altre ragazze, la staffetta si gioca in casa. Non ho risposte certe al momento”.
Fulvio Scola
Nei maschi invece è previsto al via anche il vincitore dell’ultimo tour de ski lo svizzero Dario Cologna che rientra dopo un’infortunio, che con il norvegese Petter Northug promette di fare scintille, altri protagonisti Italiani?
“Per quanto riguarda l’Italia i due protagonisti, anche alla luce dei risultati degli ultimi anni, sono Giorgio di Centa e Pietro Piller Cottrer. Potranno dire la loro anche sul podio”.
Pietri Piller Cottrer
Pronto per sabato e domenica?
“Direi proprio di sì. E’ arrivato il momento di gareggiare dopo tanti allenamenti. Non vedo l’ora”.
Previsionie promesse?
“Promesse è dura farle. Ho sempre dimostrato di mettercela tutta. Anche questa volta non mancherò di farlo”.
Una buona squadra azzurra?
“Direi che in virtù dei grandi risultati come squadra la passata stagione, partiamo consepevole dei nostri mezzi. Forse le altre nazioni dovranno controllarci, soprattutto nel “pattinaggio”. Non facciamo gli spavaldi, ma siamo consapevoli dei nostri mezzi”.

Share
Tags:

Comments are closed.