Wednesday, 19 February 2020 - 19:05
e-mail: redazione@bellunopress.it – direttore responsabile: Roberto De Nart

Belluno virtuosa, meglio del Lussemburgo: nel 2008 diminuiscono del 56% gli incidenti mortali sulle nostre strade rispetto all’anno precedente

Nov 13th, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

Nel 2008 sulle strade della nostra provincia abbiamo avuto  582 incidenti con 839 feriti e 17 morti. Un dato incoraggiante, visto che l’anno prima si erano verificati 691 sinistri con 971 feriti e 39 morti. E dunque una diminuzione del 56% della mortalità sulle strade bellunesi. Contro un – 33% totalizzato su scala nazionale. Che colloca l’Italia all’11mo posto della classifica europea che mira a ridurre gli incidenti mortali del 50% entro il 2010. Un traguardo raggiunto solo da Lussemburgo (-53,9%), Portogallo (-52,9%) e Lettonia (-50,2%). E’ quanto risulta dal rapporto Aci-Istat presentato questa mattina in via Marsala a Roma presso la sede dell’Automobile Club d’Italia. Complessivamente in Italia nel 2008 i sinistri stradali diminuiscono del 5,2% (218.963). Rispetto al 2007 c’è una diminuzione del numero dei morti del 7,8% (4.731) e dei feriti del 4,6% (310.739). Si muore di più a luglio e soprattutto il sabato intorno alle ore 18. Benché sia il venerdì la giornata in cui si verificano più incidenti (15,5%) con feriti (15,1%).  Il 90% degli incidenti sono provocati da comportamenti scorretti come le mancate precedenze, il passaggio con il rosso (17%), le distrazioni (15%), l’alta velocità (11%). Alcol e stupefacenti determinano il 3% degli incidenti. I più colpiti sono gli “under 30”soprattutto la fascia dai 25 ai 29 anni, mentre quella dai 20 ai 24 anni è segnata dal maggior numero di feriti. Il maggior numero di incidenti con morti e feriti si verifica sulle strade urbane, ma quelli più gravi si registrano sulle strade extraurbane. Le autostrade sono le vie più sicure.

Share
Tags:

Comments are closed.