Monday, 24 February 2020 - 04:24
e-mail: redazione@bellunopress.it – direttore responsabile: Roberto De Nart

Diabete, la prevenzione vien mangiando. Venerdì le farmacie bellunesi promuovono un incontro sul tema a Lentiai

Nov 10th, 2009 | By | Category: Prima Pagina, Sanità

Venerdì 13 novembre alle 20.30 al Centro sociale G.Tres di Lentiai si terrà  l’incontro pubblico dal titolo “L’alimentazione del paziente diabetico” organizzato nell’ambito della rassegna ‘La prevenzione vien mangiando’, promosso da Federfarma e dall’Amministrazione comunale. Relatrice della serata la dottoressa Anna Rita Proietti, medico specialista in Scienze dell’alimentazione e nutrizione clinica. L’incontro è aperto al pubblico e verrà promosso anche in altri ambiti della provincia. Nel mondo 150 milioni di persone sono affette da diabete, un milione e mezzo solo in Italia, e il tasso di crescita è del 40% nei paesi industrializzati e del 70% in quelli in via di sviluppo. “Molto più che in passato, il paziente si rivolge innanzi tutto al farmacista per avere informazioni, poi al medico di base, quindi allo specialista – premette la dottoressa Proietti – la farmacia è così il primo stadio per poter fare prevenzione”. La maggiore diffusione del diabete è dovuta ai profondi cambiamenti alimentari avvenuti negli ultimi 50 anni: “I paesi occidentali sono passati da una realtà a prevalenza rurale a una società industrializzata. Nelle popolazioni il cambiamento è stato dalla denutrizione all’ipernutrizione, responsabile dell’insorgenza di patologie cronico-degenerative”.  Il diabete non si manifesta con sintomi eclatanti: “Sono importanti i piccoli segnali, specie tra le persone obese o in sovrappeso. E’ fondamentale seguire una corretta alimentazione, con adeguata attività fisica – continua Anna Rita Proietti – in farmacia si possono già svolgere i controlli sulla glicemia e avere subito una risposta immediata. I consigli sono: porre attenzione al computo carboiidrati, frazionare i pasti il più possibile e cercare di evitare il sovrappeso”. “Sono entusiasta che in provincia vengano promossi incontri di questo tipo – afferma il presidente di Federfarma Belluno Roberto Grubissa – come farmacisti diamo un contributo ogni giorno in questo senso, ma un confronto pubblico con uno specialista ha una valenza e una incisività maggiore sulla popolazione”.

Share
Tags:

Comments are closed.