Friday, 21 February 2020 - 08:31
e-mail: redazione@bellunopress.it – direttore responsabile: Roberto De Nart

De Bona assente giustificato all’incontro del Coordinamento pendolari

Nov 2nd, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Oscar De Bona non potrà partecipare perché impegnato in giunta, alla riunione organizzata per domani pomeriggio (martedì 3 novembre) a Polpet di Ponte nelle Alpi dal responsabile regionale del Comitato pendolari, Bartolomeo Boscolo. L’assessore regionale, infatti, che è a conoscenza delle gravi problematiche che affliggono gli utenti delle tratte che collegano la provincia di con la pianura e che da tempo si adopera con la Giunta veneta per giungere alla loro soluzione, manifesta il proprio rammarico per gli indubbi disagi quotidiani a cui sono sottoposti soprattutto i lavoratori e gli studenti, ma anche ogni viaggiatore che fruisce di queste linee penalizzanti e ormai fuori dal tempo. «Trenitalia e Rete ferroviaria italiana – sottolinea De Bona – sono state sollecitate a più riprese dalla Regione Veneto, in particolare dal collega assessore Renato Chisso,  a  ripensare agli orari, a migliorare la percorrenza e ad innalzare la qualità complessiva del servizio. Nonostante ciò continuano a verificarsi disagi che non possono essere tollerati in un paese che vuole essere all’avanguardia nelle infrastrutture e nella mobilità di persone e merci. Spero pertanto di essere informato sugli esiti della riunione di Ponte nelle Alpi affinché possa adoperarmi in seno al governo veneto con ulteriori indicazioni riguardo al problema». A conferma dell’incalzare della Giunta veneta  affinché vengano eliminati i disservizi, Oscar De Bona snocciola le cifre delle sanzioni inflitte a Trenitalia per inadempienze contrattuali, somme che sono state utilizzate per agevolazioni sugli abbonamenti: € 66 mila nel 2003; € 540.276,38 nel 2004; € 857.438,65 nel 2005; € 1.830.408,41 nel 2006; € 2.628.470,52 nel 2007; 2.657.510,65 nel 2008 e € 3.618.418,76 nel 2009.   «Purtroppo queste multe sono servite a poco e i disagi restano. Ma al di là di questo – continua l’assessore De Bona –  posso dire che la Giunta è riuscita ad ottenere qualcosa in più sulle linee di collegamento con il Bellunese, come il treno diretto che parte da Venezia alle 18.26 per via Montebelluna, , , che prossimamente  dovrebbe diminuire di circa un quarto d’ora il tempo di percorrenza e per il quale la Regione investe circa 600 mila euro all’anno. Un’altra iniziativa che consentirà di ridurre i tempi sulla Venezia-Calalzo è quella relativa ai lavori in corso a Santa Croce del Lago che consentirà di svincolarsi un po’ dal problema del binario unico. Ma non solo, altri interventi alle infrastrutture e l’elaborazione dei nuovi orari dovrebbero togliere qualche disagio agli utenti».

Share
Tags: ,

Comments are closed.