Sunday, 25 August 2019 - 16:20
direttore responsabile Roberto De Nart

Mozione Bersani: costruire insieme il futuro dei bellunesi

Ott 11th, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

La Mozione Bersani del Partito Democratico Bellunese richiama l’’attenzione di tutti i cittadini su alcuni temi cruciali per il futuro della nostra provincia:
Il lavoro. In provincia di le multinazionali comprano e vendono aziende vive, mettendo tra parentesi gli uomini e le donne che col loro lavoro le hanno rese grandi e competitive. Nella selva dei tanti contratti e nel nome di una disinvolta (inumana) flessibilità, il lavoratore è usato, comprato, venduto, scambiato come la merce che produce. Se una azienda non rinnova il contratto a 100 lavoratori e li riassume con contratti a termine per il PDB non ha assunto 100 nuovi lavoratori, ma li ha solo sfruttati togliendo loro dignità e rispetto, speranza e futuro.
La salute.  Oggi la cura e la assistenza degli anziani, dei deboli, dei diversamente abili è stata trasferita alle famiglie: è stata subdolamente privatizzata e dismessa dal pubblico. A questo e al disegno, ormai chiaro, di togliere ai cittadini della provincia di Belluno  la sicurezza di essere curati in luoghi prossimi ai loro paesi e alle loro città il PD Bellunese si oppone con tutte le proprie forze. La pianura non è il luogo di cura per i cittadini della montagna e la salute non è un privilegio.
La scuola. Nella provincia di Belluno sono sparite oltre 100 cattedre e aumentano le pluriclassi. La colpa della Provincia è di essere di montagna: eppure studenti capaci e meritevoli Belluno e dintorni ne ha sempre avuti. A loro si toglie, non si dà. La scuola in montagna costa: non la si migliora con tagli indiscriminati e con finte riforme che dovrebbero portare il nome del Ministro Tremonti (e non Gelmini). Il PDB vuole una scuola dotata di risorse adeguate e larga autonomia.
La montagna. La provincia di Belluno non è il parco giochi del fine settimana per chi abita in pianura. Dobbiamo salvaguardare i paesi di montagna e tutelare la gente che vi abita. Il PD Bellunese vuole che siano riconosciute ed assicurate alla provincia di Belluno le sue specificità e ampie forme di autonomia e di autogoverno.
Per portare avanti queste battaglie il PD Bellunese, nella componente che si riconosce nel progetto Bersani, vuole un partito unito, organizzato, aperto all’innovazione, al dialogo, al confronto. Vuole un partito con una forte identità e fatto di persone che si pongono al servizio del bene comune, e non delle proprie ambizioni, e di persone che non intendono fare della politica una professione, ma che alla politica desiderano prestare le proprie qualità umane e le proprie competenze professionali con spirito di servizio.
Il 25 ottobre, alle primarie del Pd, questi saranno i candidati bellunesi che sosterranno Pierluigi Bersani e Rosanna Filippin nella corsa per la segreteria regionale: Claudia Bettiol, Valerio Tabacchi, Maria Antonia Ciotti, Luciano Dal Molin, Danila Tirabeni, Renato Bressan, Maria Teresa Cassol, Christian De Pellegrin, Simonetta Buttignon, Marco Reato e Monica Savio. I candidati bellunesi che invece sosterranno Pierluigi Bersani nella corsa per la segreteria nazionale sono Marco Perale, Dolores Bortolas, Pierpaolo Genova e Roberta De Battista.

Share
Tags:

Comments are closed.