Friday, 23 August 2019 - 19:49
direttore responsabile Roberto De Nart

Visita al cimitero italiano di Marchtrenk di una delegazione feltrina

Ott 7th, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Guidata dal Sindaco di senatore Gianvittore Vaccari, e composta dall’architetto Claudio De Lotto e dal colonnello Roberto Ridolfi, anche una delegazione feltrina parteciperà, venerdì 9 ottobre, al 17° Incontro di pace italo-austriaco a ricordo dei caduti e delle vittime civili della Grande Guerra, che si svolgerà a Marchtrenk, località a circa 25 chilometri da Linz. L’iniziativa è di Mario Eichta, ideatore di questi incontri che, da alcuni anni, si svolgono alternati, un anno in un Cimitero Militare austroungarico in Italia, come l’anno scorso ad Arsiero, ed un anno in un cimitero italiano in Austria, come in questa occasione. Durante la Grande Guerra, anche nella Regione dell’Alta Austria vennero allestiti vasti campi di prigionia, come ad Aschach an der Donau, a Braunau am Inn, a Freistadt, a Wegscheid, a Mauthausen ed a Marchtrenk, dove, appunto, si svolgerà la commemorazione. Questo Cimitero Militare, un tempo annesso al campo di prigionia dove furono deportati 25.000 soldati, è suddiviso in riquadri sistemati a prato, dove gruppi di croci simboliche testimoniano la sacralità del luogo. Vi sono sepolti 1.382 militari italiani (i cui nomi sono trascritti nel libro dei defunti della parrocchia di Marchtrenk e sono consultabili tutt’oggi), deceduti soprattutto di tifo e tbc. Al centro dell’area cimiteriale si innalza una stele commemorativa che segnala la presenza delle spoglie dei nostri soldati lì sepolti. Su altre quattro stele, poste ciascuna ai margini di ogni settore, sono state collocate delle lastre in metallo con incisi i nominativi dei Caduti. In fondo al Cimitero Militare si trovano le sepolture di 467 russi, di 1 rumeno, di 11 serbi e di 18 uomini di nazionalità sconosciuta. La cerimonia internazionale, che si terrà alle ore 16.00 di venerdì 9 ottobre 2009, sarà ufficialmente parte integrante del programma generale che in quei giorni la Croce Nera Austriaca ha previsto, per celebrare 90 anni di fondazione e permetterà così la partecipazione al 17° Incontro di pace italo-austriaco a tutte le delegazioni ufficiali europee (autorità civili, militari, religiose e diplomatiche), con cui la Croce Nera da anni collabora. (nella foto: il cimitero italiano di Marchtrenk).

Share
Tags: ,

8 comments
Leave a comment »

  1. Vorrei conoscere ll’elenco dei deportati.Mio nonno Pietro Pedron e’ scomparso in deportazione all’inizio delllla grande guerra

  2. vorrei conoscere il luogo di sepoltura di mio nonno Comentale Luigi sottotenente dell’esercito,morto sembrerebbe in carcere

  3. vorrei se possibile riuscire ad avere 1 fotografia della lapide di mio bis nonno sepolto nel cimitero di Marchtrenk. Il suo nome era CONIA SALVATORE di GIOVANNI nato a galatro di Reggio Calabria nel 1883 e deceduto a Marchtrenk il 21/02/1918 sepolto al n. 310.
    Farreste immenso piacere ad una vecchietta di 90 anni che non ha notizie del padre dalla data della sua morte.

  4. vorei sapere se posso avere l’elenco dei defunti italiani sepolti nel cimitero militare internazionale di MARCHTRENK. o solo una parte dove ci sono sianesi persone del mio paese. Io sto ricercando queste persone per scrivere un libro, in questo cimitero ho trovato il sign. BOTTA ALFONSO NATO A SIANO IL 20 – 07 – 1880 E DECCEDUTO IL 03 – 03 – 1918 . SE E’ POSSIBILE AVERE UNA FOTO. grazie mille asp. vostra risp.

  5. Sull’argomento abbiamo pubblicato i risultati della ricerca condotta dallo storico veronese Roberto Zamboni, al sito:
    http://www.robertozamboni.com/
    dove sono contenute le principali fonti di ricerca accessibili
    La redazione

  6. Nel campo di prigionia di Marchtrenk è deceduto il 17 febbraio 1918 lo zio di mio padre Pietro Muner di Chiarano (TV) classe 1898. Come risulta al CGOCG.
    Una preghiera per tutti i caduti.

  7. nella grande guerra è morto mio nonno Mansani Giuseppe,sapevo che era disperso in guerra , solo in questi giorni ho saputo che è sepolto nel campo di prigionia di MARCHTRENK insieme ad altri soldati italiani. Ma questo campo è ancora integro? possiamo visitarlo? cosa devo fare per avere indicazioni e a chi devo rivolgermi? sarei molto grata se qualcuno potesse aiutarmi.

  8. Mio nonno è stato seppellito il 28/02/1918 io sono l’unica nipote in vita di tutta la famiglia .Una preghiera per tutti i caduti.