Friday, 23 August 2019 - 19:38
direttore responsabile Roberto De Nart

Concerto lunedì a Pedavena, per l’Abruzzo “dimenticato”

Ott 2nd, 2009 | By | Category: Appuntamenti, Pausa Caffè

Concerto-testimonianza dall’Abruzzo “dimmenticato” lunedì 5 ottobre ore 20.30 Sala Guarnieri Pedavena  “Dalla poesia di Fabrizio De André al Terremoto” con la Compagnia Arti e Spettacolo Icarus de L’Aquila. C’è Abruzzo e Abruzzo. Ci sono aree colpite dal terremoto del 6 aprile che hanno trovato l’appoggio governativo e aiuti internazionali, suscitando l’attenzione mediatica; altre, più periferiche, che sono state del tutto trascurate. Tra queste la zona di Bagni dell’Aquila, da dove proviene il gruppo di musicisti, affiliato all’Associazione Arti e Spettacolo Icarus de L’Aquila, che ha pensato di proporre un concerto di solidarietà nel Nordest, con le musiche e i canti di Fabrizio De André, appositamente riarrangiate, come occasione-pretesto per riportare la voce di tanti cittadini abruzzesi le cui vite sono rimaste sconvolte dal sisma. Il recital prevede infatti due parti: la prima dedicata alla poesia di De Andrè; la seconda alla lettura recitata di brani scritti e  testimonianze orali raccolte nelle zone più colpite dal terremoto. Il Gruppo, composto da Diego Del Vecchio (chitarra e armonica), Graziano Santucci (fisarmonica), Mauro Vaccarelli (contrabasso) e Tiziana Irti (voce recitante) giungerà a Pedavena lunedì 5 aprile per esibirsi al Centro culturale Silvio Guarnieri alle ore 20,30 in una tournée organizzata in collaborazione al Collettivo di Ricerca Teatrale di Vittorio Veneto. Il concerto-testimonianza prevede un biglietto di ingresso di € 7,00, il cui ricavato sarà interamente investito nella realizzazione di un centro socio-culturale nei pressi de L’Aquila. L’auspicio dell’Amministrazione Comunale di Pedavena e delle Associazioni che hanno sostenuto la proposta – Associazione Gruppi Insieme si Può Onlus/ong, Smarcanda scs Commercio equo-solidale, Consulta Giovanile “Diciamo la Nostra” – è che in tanti possano rispondere a questo appello di solidarietà, dimostrando con la loro presenza di essere vicini al dramma collettivo di questa gente

Share

Comments are closed.