Wednesday, 17 July 2019 - 10:27

Marcia della pace

Set 25th, 2009 | By | Category: Appuntamenti, Pausa Caffè, Società, Associazioni, Istituzioni

Tutto è pronto per l’importante evento simbolico di domani sabato 26 settembre in cui i diversi gruppi etnici, che da sempre popolano le , metteranno da parte le difficoltà di una convivenza ravvicinata per raggiungere un obiettivo comune. L’anfiteatro naturale nei pressi del rifugio Lagazuoi ospiterà infatti  una messa d’alta quota e in quattro lingue. Momento finale di un percorso che vedrà arrivare tutti i partecipanti con mezzi differenti e per itinerari diversi.
 Italiani, ladini e tirolesi da secoli popolano l’affascinante paesaggio delle Dolomiti: una convivenza non sempre facile, capace però di conservare la ricchezza culturale che nasce dalla varietà e dalle diversità che caratterizzano ogni popolazione. Da questa considerazione nasce l’idea di organizzare sabato 26 settembre, tra il Passo Falzarego e il Piccolo Lagazuoi, una “Marcia della Pace”.
Teatro della manifestazione sarà l’anfiteatro naturale che si apre di fronte al magnifico scenario delle Dolomiti d’Ampezzo, di recente entrate a far parte del Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO, e creato dalla moderata pendenza che divide la funivia dal rifugio Lagazuoi. Diversi i percorsi che si possono effettuare per raggiungere la destinazione: partendo dal parcheggio del passo Falzarego, con la funivia, attraverso un sentiero o un’arrampicata oppure attraverso i camminamenti e le gallerie della Grande Guerra. Durante la mattinata i membri dei diversi gruppi etnici raggiungeranno così, in modi diversi, il comune traguardo: una dimostrazione fisica di come il singolo riesca ad assumersi la responsabilità per l’Uno mediante la cooperazione tra i popoli. A coronamento dell’evento, alle ore 12.00, sarà celebrata la Messa per la Pace in alta quota e in quattro lingue (tedesco, italiano, ladino e la lingua dei segni per non udenti). La funzione verrà ufficiata dal vicario del vescovo, Luigi Del Favero e don Toni Fiung, responsabile della pastorale della famiglia della diocesi di Bolzano-Bressanone e assistente spirituale dell’associazione “Katholische Männerbewegung” (Uomini cattolici).
Promotore dell’evento Anton Walcher, insegnante di religione e volontario impegnato nel Forum maschile della Diocesi di Innsbruck, gruppo le cui attività spaziano da serate a tema con contenuto spirituale ad escursioni con racchette da neve, fino alle attività intese a sviluppare il rapporto fra padri e figli e ampliare la libertà delle donne.
Prendendo spunto dall’idea di un amico di organizzare una messa inter-confessionale, Anton Walcher ha aggiunto al progetto iniziale i concetti di interculturalità e di ‘percorso comune per la pace’. Non è poi stato difficile individuare un luogo che ospitasse e valorizzasse l’evento: il passo Falzarego e il Piccolo Lagazuoi hanno infatti una grande valenza simbolica perché conservano ben visibili i resti di una guerra assurda.
Partner: Diocesi di Innsbruck, di Bolzano – Bressanone, di , Consorzio Turistico di Cortina, Consorzio Lagazuoi 5 Torri, i vari club alpini (OeAV Landesverband Tirolo, AV Südtirol, CAI Alto Adige), ANA – sezione di Cortina.
Patrocinio: Diocesi di Innsbruck, di Bolzano – Bressanone, di Belluno – Feltre.
Sabato 26 settembre, ore 12.00
nei pressi del rifugio Lagazuoi
Info: 0436 2863 – 333 3737175

Share
Tags: , ,

Comments are closed.