Friday, 19 July 2019 - 05:43

Mondiali mountain bike 2012: l’Uci rinvia a gennaio la decisione

Set 23rd, 2009 | By | Category: Prima Pagina, Sport, tempo libero

Oggi, mercoledì 23 settembre, il Comitato Direttivo dell’ UCI (Unione Ciclistica Internazionale) avrebbe dovuto deliberare la sede dei Campionati del Mondo di Mountain Bike e Trial 2012, decisione particolarmente attesa dai comprensori bellunesi dell’Alpago e del Nevegal, località che, sotto il nome di Comitato Promotore “Veneto 2012”, a suo tempo avevano presentato la candidatura ad organizzare tale importantissima manifestazione. Purtroppo bisognerà invece attendere ancora quattro mesi per conoscere il verdetto: infatti l’UCI nei giorni scorsi ha deciso di affrontare tale argomento nella prossima riunione, che si svolgerà durante i mondiali di ciclocross in programma il prossimo gennaio 2010 a Tabor, nella Repubblica Ceca. Generica la motivazione comunicata al consorzio veneto: “Necessità di ulteriori valutazioni ed esami sulle candidature pervenute”.  Probabilmente i motivi alla base di questo rinvio potrebbero essere di altra natura: infatti in questi giorni sarà rinnovato l’organo di governo del ciclismo internazionale, e forse non si è ritenuto giusto che alcune scelte importanti, come ad esempio quella che interessa Veneto- 2012, fossero prese da dirigenti “uscenti”. Tra l’altro è noto che simili decisioni sono strettamente connesse al rispetto di “equilibri geo-politici-economici” sui quali lo stesso mondo dello sport d’elite trova riferimento: un esempio diretto accadde lo scorso anno per la scelta dei Mondiali MTB 2011, ove si optò per la località svizzera di Champery, nonostante che il comitato bellunese avesse anche in quella occasione presentato la propria candidatura, offrendo concrete e riconosciute garanzie di carattere tecnico, economico e promozionale.
Il fatto che l’UCI decida fra quattro mesi ove organizzare i Mondiali MTB e TRIAL 2012 non ha comunque preoccupato il comitato Veneto Dolomiti 2012: anzi questo ulteriore lasso di tempo a disposizione ha stimolato ancor più i suoi dirigenti, i quali, appreso del rinvio, hanno deciso di impegnarsi per arricchire di ulteriori contenuti la candidatura, che – come più volte ribadito in diverse sedi, anche istituzionali – non è da intendersi sotto il profilo esclusivamente sportivo, ma nasce sulla base di un progetto molto più ampio che investe aspetti economici, sociali, turistici e di promozione imprenditoriale a favore di tutta la provincia di . E proprio su “questa lunghezza d’onda” che lo scorso 18 settembre nella sala Piloni dell’Amministrazione Provinciale di si è svolta la riunione del Comitato Promotore. L’incontro, particolarmente partecipato, ha visto la presenza, tra gli altri, di Matteo Toscani (assessore al turismo della Provincia di ) e di Luciano Reolon (assessore del comune di ), nonché di alcuni rappresentanti delle amministrazioni locali e delle associazioni di categoria, oltre ovviamente della componente “sportiva” del comitato, dell’Alpago e del Nevegal, con Paolo Zanon nella sua doppia veste di assessore del comune di Chies d’Alpago e di coordinatore responsabile del Comitato medesimo. La riunione ha evidenziato ancora una volta l’impegno comune di tutte le componenti presenti perché si possa raggiungere l’ambito traguardo, un obiettivo che, soprattutto in questa fase di recessione che sta investendo il mondo intero, darebbe ulteriore impulso all’impegno ed alle iniziative (in atto o programmate) per superare la grave fase di crisi. Infine, il Comitato, dopo aver deciso le linee operative per dare ulteriore consistenza al progetto Veneto-Dolomiti 2012, ha poi rivolto un pressante invito all’istituzione sportiva italiana, al CONI ed in particolare alla Federazione Ciclistica Italiana, perché nelle competenti sedi internazionali si supporti con impegno e convinzione la candidatura bellunese.

Share
Tags: ,

Comments are closed.