13.9 C
Belluno
domenica, Luglio 5, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Servizio rischio industriale dell'Arpav, da un anno attivo a Belluno

Servizio rischio industriale dell’Arpav, da un anno attivo a Belluno

 L’incidente industriale avvenuto a Seveso nel 1976 ha spinto gli Stati dell’Unione Europea a dotarsi di una politica comune per la prevenzione dei grandi rischi industriali. La normativa europea detta “Direttiva Seveso” impone agli stati membri di identificare i propri siti a rischio e di attuare controlli specifici. Da queste premesse prende avvio l’Ufficio Rischio Industriale attivo da un anno al Dipartimento Provinciale ARPAV di Belluno. Attualmente l’Ufficio è composto da due ingegneri ed è inserito nell’Unità Operativa Ingegneria. Le attività svolte riguardano i controlli nelle aziende a rischio di incidente rilevante ed il supporto tecnico sia in fase istruttoria per il rilascio delle Autorizzazioni Integrate Ambientali che di verifica successiva nelle aziende a maggior impatto ambientale (IPPC). L’Ufficio opera congiuntamente con le Unità Operative Vigilanza Ambientale ed Agenti Fisici . Inoltre l’Ufficio fornisce supporto tecnico agli interventi in emergenza attuati dal Servizio Territoriale del Dipartimento Provinciale ARPAV di Belluno e svolge controlli integrati nelle aziende ad impatto ambientale rilevante. Infine anche istituzioni pubbliche come la Prefettura e i Vigili del Fuoco di Belluno hanno richiesto l’intervento dell’Ufficio per la stesura del Piano di emergenza esterno di alcune ditte ricadenti nella normativa Seveso.

Share
- Advertisment -



Popolari

Anche i consiglieri comunali in visita sui sentieri del Nevegal

Sabato, su iniziativa del presidente del Consiglio Comunale, i consiglieri comunali del Comune di Belluno hanno effettuato una escursione sui sentieri del Nevegal e...

Giornata di pulizia in Nevegal, 40 volontari in azione sui sentieri

Grande successo per l'iniziativa di sfalcio e pulizia dei sentieri del Nevegal, che questa mattina ha raccolto ben 40 volontari che dalle 7.30 fino...

Code in Alemagna, Padrin: «Nell’estate della montagna non possiamo permetterci di perdere turisti per colpa degli ingorghi»

«Non possiamo più sopportare gli ingorghi del traffico. In un’estate che potrebbe essere quella giusta per la nostra montagna, non possiamo permetterci il rischio...

Due interventi in montagna

Alle 13.40 circa l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato al Rifugio Sorgenti del Piave, a Sappada (UD), dove un ciclista era...
Share