Saturday, 19 October 2019 - 21:36
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Letizia Bacchiet, 18enne di Lentiai terza a Miss Italia

Set 14th, 2009 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

Letizia Bacchiet 18enne di Lentiai,  studentessa al liceo psicopedagogico, vincitrice di Miss Veneto 2009 e finalista di Miss Italia 2009 nata a (BL) il 29/05/1991 sotto il segno dei Gemelli, occhi azzurri, capelli biondi,  1 metro e 80 di altezza è salita sul podio della finalissima di Miss Italia 2009 che si è svolta ieri sera a Salsomaggiore Terme in diretta Rai 1 classificandosi terza. Ama allenarsi in palestra, la lettura e lo shopping ed è alla sua prima esperienza a Miss Italia. Al secondo posto Mirella Sessa (Miss Campania) ched era in testa con il voto dei giurati in trasmissione ma è stata superata dal voto popolare che ha decretato
Maria Perrusi (Miss Calabria) Miss Italia 2009.

Miss Italia 2009 è Maria Perrusi. È stata eletta a Salsomaggiore Terme ieri sera, nella diretta su Raiuno condotta da Milly Carlucci: 5.251.731 gli spettatori della finale, con uno share del 28,13%. Incoronata dalla campionessa di nuoto Federica Pellegrini, Maria ha compiuto 18 anni domenica scorsa: è stata festeggiata con un’enorme torta anche dalle altre ragazze finaliste, in una pausa delle prove delle serate tv.

Maria Perrusi

Maria Perrusi

Maria è la prima miss eletta esclusivamente attraverso il televoto: per lei 55.272 voti contro i 25.681 della seconda classificata, la campana Mirella Sessa, nata a Caserta anche lei il 13 settembre, ma nel 1986. Terza classificata, Letizia Bacchiet, nata a Feltri, classe 1991. A Salsomaggiore, Maria è arrivata come Miss Calabria e alle finali ha vinto anche la fascia di Miss Sasch Modella Domani. Nata a Cosenza il 13/09/1991, vive nella frazione San Biase del comune di Fiumefreddo Bruzio, in provincia di Cosenza con la famiglia. Occhi verdi, capelli castani chiari, segno della Vergine, ascendente Leone, Maria è alta m. 1,82. Deve frequentare l’ultimo anno dell’Istituto di Ragioneria (“ogni mattina mi sveglio alle 5.30 per prendere il pullman che mi porta a scuola”). La mamma, Lina, è casalinga, il papà, Francesco, è operaio ed è per la figlia Maria un esempio da seguire: “Mio padre – racconta – ha vissuto 25 anni in Svizzera per lavorare e poter mantenere la nostra famiglia. Ci raggiungeva in Calabria una volta al mese. Per me questa lontananza è stata difficile da sostenere”. La Regione Calabria non aveva una miss dal 1997, anno dell’elezione di Claudia Trieste. Le altre nella storia del Concorso: nel 1955 Brunella Tocci e nel 1968 Graziella Chiappalone. Motivi di imbarazzo durante la sua adolescenza sono stati l’altezza e la fisicità: “Sono altissima, bionda scura, con gli occhi verdi: non rappresento certo la tipica bellezza mediterranea e, in un paese di tre mila abitanti, non è facile passare inosservata”. Maria ha due fratelli: Giuseppe, 24 anni e Davide, 21, molto gelosi di lei. La sua iscrizione a Miss Italia? È opera di un professore, insegnante di ‘Costruzioni’ all’istituto per geometri, che l’ha conosciuta in una giornata di supplenza nella sua classe. Il suo sogno è diventare una modella. Guillermo Mariotto, nel ‘dopo miss’: “l’unica cosa che ti posso offrire è insegnarti a sfilare e invitarti a farlo per la casa Gattinoni”. La giornalista Alessandra Comazzi: “è un Bronzo di Riace al femminile”. Pratica pallavolo, nuoto e ha studiato danza da piccola. Maria è un’ottima cuoca. Il suo motto è ‘essere qualcuno per non essere chiunque’. Il suo mito? Sofia Loren “perché ha sempre mantenuto le sue tradizioni, anche la cadenza nel modo di parlare”. Le sue cantanti preferite sono Laura Pausini e Celine Dion; la squadra del cuore è la Juventus e Alessandro Del Piero il campione preferito, oltre naturalmente alla Reggina. Grande finale pirotecnico subito dopo l’elezione della miss della 70/ma edizione del Concorso e la cena di Gala offerta dai ristoranti del Radicchio. Fuori dalla Cantina di Miss Italia ‘Giochi di luci e suoni’, spettacolo teatrale offerto dal Consorzio Cusio Turismo. Miss Italia 2009 non vince premi, né in denaro né in altre utilità, ma contratti di lavoro con i vari sponsor del Concorso per un importo complessivo di ?108.500,00, più un’auto Peugeot 207. in omaggio anche il gioiello Miluna e un televisore Easy Living.

Share
Tags: ,

4 comments
Leave a comment »

  1. Eri la più bella!
    Forse il popolo bellunese non ti ha sostenuta con il voto come invece il popolo del sud sa fare, peccato!

  2. Ho tifato per te, hai un fascino diverso dalle solite bambolone, e un sorriso accattivante,,,, anch’io penso che fossi la migliore, quella che avrebbe dovuto vincere…..
    Letizia sei tutti noi….

  3. ciao, la cosa che più mi ha colpito, apparte che hai una bellezza diversa dalle altre, è che sei semplice e vera! Genuina!

  4. complimenti di cuore …. è una soddisfazione enorme per noi bellunesi avere una ragazza così e che sia arrivata così in alto peccato per il primo posto ,secondo me dovevi vincere tu apperte essendo la più bella ma quello che hai rispetto alle altre la semplicita e non la voglia di mettersi in luce e farsi vedere sopratutto come la vincitrice!
    veramente peccato sperimo nei prossimi annni intanto grazie a te belluno viene notato e siamo orgogliosi di te!
    ora aspettiamo la tua festa! in bocca al lupo e non cambiare ma continua così!!!