Saturday, 19 October 2019 - 21:34
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Don Alvise Costa nominato cancelliere vescovile

Set 14th, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Don Alvise Costa

Don Alvise Costa

Don Alvise Costa, classe 1976, è dalla mezzanotte di questa sera cancelliere vescovile della diocesi di -. Succede a don Gianni Trevisan, nominato dal Vescovo, monsignor Giuseppe Andrich, arciprete della parrocchia di Santa Giustina. Don Alvise Costa compirà a breve i 10 anni di sacerdozio e nel suo curriculum vitae annovera già l’esperienza pastorale a Lamon e a Castion, dove è stato cappellano, lo studio della liturgia grazie ad alcuni anni di frequenza a Padova presso l’Istituto di liturgia pastorale e a una tesi di licenza su “Il cammino della Chiesa nelle domeniche di Pasqua”, titolo accademico che corrisponde alla laurea nell’ordinamento civile. La sua pratica giuridica e amministrativa è stata costruita con l’esperienza di vicecancelliere della Curia diocesana. Don Costa resterà amministratore parrocchiale di Lamosano, in Alpago, e manterrà la cattedra di alcuni corsi di liturgia presso il Seminario gregoriano. Il Cancelliere vescovile è uno dei pochi compiti di ogni diocesi che meritano una trattazione particolare nel Codice di diritto canonico. Il suo ruolo corrisponde, nell’ordinamento civile, alla figura del notaio: è compito del cancelliere, recita il canone 482 della legge fondamentale della Chiesa “provvedere che gli atti della curia siano redatti compiutamente, e siano custoditi nell’archivio della stessa”. Don Costa, oltre a redigere i testi formali e ufficiali, avrà la responsabilità che gli atti protocollati entrino a far parte dell’archivio diocesano, uno dei luoghi principali per ricostruire la storia di ogni epoca, e che nella sede di -Feltre custodisce tuttora molti dei principali documenti della storia ecclesiastica e civile del bellunese. Don Gianni Trevisan ha ricoperto lo stesso ruolo dopo essere stato studente alla Pontificia Università Gregoriana di Roma e vicario parrocchiale a Cortina d’Ampezzo. Da alcuni anni, oltre a insegnare diritto canonico in Seminario, aveva la responsabilità pastorale della parrocchia di Spert d’Alpago, nell’ultimo anno – con don Luigi Calvi – condivisa con Tambre e Borsoi. La sua nomina a Santa Giustina è stata firmata dal Vescovo quest’estate.

Share
Tags: ,

Comments are closed.