Tuesday, 20 August 2019 - 07:15
direttore responsabile Roberto De Nart

Dal 3 al 6 settembre ritorna la Coppa d’Oro delle Dolomiti: 120 auto storiche percorreranno oltre 400 Km attraverso le Dolomiti. Prade strappa la promessa che l’edizione 2010 passerà per il centro Belluno

Ago 31st, 2009 | By | Category: Riflettore, Sport, tempo libero

«E’ una manifestazione che va crescendo di anno in anno alla quale siamo molto vicini. E ci attendiamo che la prossima edizione preveda il passaggio per ».Lo ha detto questa mattina il sindaco di Antonio Prade nel corso della conferenza di presentazione della Coppa d’Oro delle , che si è tenuta nella sede dell’Aci in piazza dei Martiri. Il presidente dell’Automobile Club Belluno Paolo Stragà, si è dichiarato favorevole fin d’ora alla proposta del primo cittadino, assicurando che le prossime edizioni passeranno certamente per Belluno e . La Coppa d’Oro delle Dolomiti 2009 è una gara di regolarità classica che si svolge questo fine settimana dal 3 al 6 settembre attraverso i passi dolomitici ad oltre 2000 metri. Il rombo dei motori sono gli stessi di allora e il fascino della manifestazione è rimasto inalterato, anche se le auto oggi non sollevano più quelle nuvole di polvere che l’hanno resa gloriosa negli anni ’50. Le 120 auto costruite dal 1923 al 1961 selezionate dal Comitato promotore dell’Automobile Club Belluno, rivivranno la storia di questa corsa che dal 1947 al 1956 ha entusiasmato piloti e pubblico, lasciando un segno indelebile nel panorama automobilistico. E facendola assurgere oggi a una delle più ambite e affascinanti rievocazioni internazionali in percorsi di montagna. Si inizia giovedì 3 settembre con le verifiche sportive e tecniche, cui seguirà la cena d’inaugurazione al Cristallo Palace Hotel. Sono previsti 210 Km e 25 prove cronometrate per la prima tappa di venerdì che condurrà le auto verso Agordo valicando i passi di Forcella Cibiana, e Duran per proseguire attraverso il passo Cereda e San Martino di Castrozza dove ci sarà la sosta per il pranzo. Rientro a Cortina attraverso il passo Rolle e il Valles, con una breve tappa a Canale d’Agordo, quindi il passo Giau. La seconda tappa di sabato di circa 190 Km e 20 prove cronometrate prevede di raggiungere attraverso Dobbiaco, Villabassa, Villa Ottone, il centro storico di Brunico con pranzo tipico. E il rientro a Cortina fra S.Vigilio di Marebbe, Val Badia, S.Cassiano, passo Valparola, passo Falzarego, con cena al rifugio Faloria. Domenica mattina le auto saranno a Cortina per le prove nel “circuito cittadino” e le premiazioni in tarda mattinata. Si attendono al via dalle Sport barchetta come la Ferrari 166 MM, Osca MT4, Maserati A& GCS, Cisitalia 202, Stanguellini 1100, alle Gran turismo come Fiat Zagato 8V, Lancia Aprilia e Aurelia B20 e B24, Mercedes 300 SL, Alfa Romeo Giulietta sprint, Porsche 356, e nella categoria Turismo le berline come Fiat 110, Alfa Romeo 1900 Ti e Lancia Appia. Quest’anno sarà promossa una campagna di solidarietà a favore dell’Aido Associazione italiana donatori d’organi. La manifestazione, inoltre, aderisce al Programma alimentare mondiale, un progetto di solidarietà per sconfiggere la fame nel mondo (www.comitatopam.org). Ulteriori informazioni al sito www.coppadorodelledolomiti.org
(nella foto in alto il sindaco di Belluno Antonio Prade, il presidente dell’Automobile Club Belluno Paolo Stragà e il direttore dell’Automobile Club Belluno Gian Antonio Sinigaglia)

Share
Tags: , ,

Comments are closed.