Thursday, 22 August 2019 - 13:36
direttore responsabile Roberto De Nart

A Cuno Tarfusser il Raponzolo d’Argento 2009. Sabato si chiude la rassegna Cortina Terzo Millennio con l’elezione dello stimato magistrato a personaggio dell’anno.

Ago 20th, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Il centro di Cortina d'Ampezzo

Il centro di Cortina d

“Finale col botto” per la kermesse culturale Cortina Terzo Millennio, appuntamento tradizionale dell’estate ampezzana, organizzata da Rosanna Ghedina, Giuseppe Tedeschi e Francesco Monaco, con la collaborazione e il sostegno del settimanale Cortina Vacanze Oggi, la Magnifica Comunità di Cortina d’Ampezzo, l’Assessorato alla Cultura e la Gis. Dal 1996, nel palcoscenico offerto dal Splendid Hotel Venezia, Cortina Terzo Millennio offre agli ospiti in vacanza e ai valligiani numerose occasioni di confronto e riflessione sui temi più svariati, dall’attualità alla cultura, dall’arte allo spettacolo, dal turismo allo sport, all’ambiente.
Il ricco programma 2009 si chiude sabato 22 agosto, in Sala Cultura Don Pietro Alverà, con l’attesissimo appuntamento, giunto quest’anno alla sua 13esima edizione, con il Premio “Cortina Terzo Millennio – Raponzolo d’Argento”, riconoscimento per il personaggio dell’anno, realizzato dall’artista orafo mastro 7, che quest’anno Cortina Vacanze Oggi consegnerà a Cuno Tarfusser, per le sue spiccate doti di elevata professionalità ed eccellente capacità organizzativa. A presentare e introdurre la serata la giornalista Rosanna Ghedina, ideatrice del premio. L’ambito riconoscimento è un’opera di straordinari bellezza e pregio realizzata dal maestro Settimo Tamanini, l’artista orafo conosciuto e richiesto da molte personalità del mondo artistico, politico e culturale. Il Premio è stato istituito dall’associazione culturale Cortina Terzo Millennio, da Cortina Vacanze Oggi e dalla direzione dello Splendid Hotel Venezia. Cuno Tarfusser è un brillante e stimato magistrato che si è distinto quale procuratore capo della Repubblica di Bolzano. Viene premiato, oltre che per le sue eccellenti doti investigative, per l’elevata professionalità ed eccellente capacità organizzativa emersa con evidenza in un suo progetto innovativo di revisione dei processi organizzativi interni ed esterni della procura stessa, portando a una notevole riduzione dei costi e dando lustro all’intera magistratura Italiana. Il 20 gennaio scorso l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, a New York, ha eletto con la stragrande maggioranza Cuno Tarfusser a giudice della Corte penale internazionale all’Aja, con giurisdizione su crimini di guerra, crimini contro l’umanità e genocidio. Il ministro della Giustizia Angiolino Alfano nell’esprimere grande soddisfazione per la sua elezione ha affermato che “l’esperienza e la straordinaria professionalità di Tarfusser costituiranno un valido apporto per questo organismo cerniera tra quei Paesi che considerano i principi di legalità e il rispetto delle istituzioni capisaldi fondamentali della convivenza tra i popoli”.
Franco Frattini, ministro degli Esteri, ha puntualizzato che l’incarico assunto da Tarfusser “è un’ulteriore dimostrazione del prestigio internazionale del nostro Paese”. Presenta e introduce la giornalista e ideatrice del premio Rosanna Raffaelli Ghedina. Durante la serata il giudice penale internazionale dell’Aja guiderà anche il dibattito sul tema “Giustizia e malagiustizia”.
Sabato 22 agosto
ore 17.30, Sala Cultura Don Pietro Alverà – Largo Poste
Consegna del Premio e incontro-dibattito
Ingresso libero

Share
Tags:

Comments are closed.