Thursday, 22 August 2019 - 13:13
direttore responsabile Roberto De Nart

Il Tar del Lazio dichiara illegittimi i crediti scolastici per l’ora di religione

Ago 10th, 2009 | By | Category: Prima Pagina, Scuola

Il Tar del Lazio ha accolto due ricorsi per l’annullamento delle ordinanze ministeriali per gli esami di Stato del 2007 e 2008 che prevedevano anche la valutazione della religione cattolica tra le materie d’esame, ai fini della determinazione del credito scolastico. E la partecipazione “a pieno titolo” agli scrutini da parte degli insegnanti di religione (sentenza n.7076 del 17 luglio 2009) . Il Tribunale amministrativo, dunque, nell’affermare il principio della laicità dello Stato, enunciato dalla Corte Costituzionale come “garanzia dello Stato per la salvaguardia della libertà religiosa, in regime di pluralismo confessionale e culturale (C. Cost. n.203/89), ha precisato che “sul piano giuridico, un insegnamento di carattere etico e religioso, strettamente attinente alla fede individuale, non può assolutamente essere oggetto di una valutazione sul piano del profitto scolastico”. Pertanto, la scelta di avvalersi o meno dell’insegnamento della religione cattolica, deve essere assolutamente libera e in nessun modo condizionata. “In una società democratica – ha stabilito il Tar – certamente può essere considerata una violazione del principio del pluralismo il collegamento dell’insegnamento della religione con consistenti vantaggi sul piano del profitto scolastico e quindi con un’implicita promessa di vantaggi didattici, professionali ed in definitiva materiali”.

Share
Tags:

Comments are closed.