Wednesday, 26 September 2018 - 00:46

Morsicature domestiche: la prevenzione possibile

Ago 9th, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica, Meteo, natura, ambiente, animali, Pausa Caffè

Stampa e Tv riportano frequenti casi di cani che azzannano bambini. Ecco alcuni consigli dell’Associazione Asetra che si occupa della tutela delle relazioni tra uomo e animali.
Un  caso da manuale : bambino aggredito in casa dal cane del nonno, un Pitbull
Ancora una volta secondo il manuale costituito dall’’osservazione delle evidenze disponibili, cioè dei fatti che concretamente accadono nella vita di tutti i giorni, un bambino è stato morso. Il “manuale” recita che, nella stragrande maggioranza dei casi, i bambini vengono morsicati:
a) nella casa o nel giardino dove il cane vive (ovvero nel territorio del cane),
b) il cane è noto al bambino ma non vive sempre con lui (cioè non vivono sempre insieme, o anche il cane è “esterno” alla casa, non gli è permesso di entrare).
c)  il cane è proprietà di un parente o di un amico (per cui il bambino crede di poter essere fiducioso)
d) al momento dell’’aggressione il bambino stava interagendo con il cane (andava verso il cane o dove questo ha le sue risorse)
e) si muoveva attivamente nel territorio (correva, giocava in cortile o in giardino)
f) gli adulti non supervisionavano attivamente (in quel momento erano entrati in casa, erano in un’’altra stanza, salutavano le persone in entrata o in uscita)
g) il cane non aveva precedentemente dato segni di aggressività
h) il cane è maschio
i) se le lesioni sono gravissime è molto più facile che il cane aggressore appartenga a categorie “da presa” o loro incroci
Se vogliamo affrontare seriamente il problema occorre diffondere a tappeto le  informazioni vitali:
1. I bambini non vanno mai lasciati soli con i cani, anche se conosciuti
2. I bambini piccoli devono essere attivamente supervisionati
3. I cani da presa e loro incroci possono causare danni molto più gravi rispetto alle altre tipologie di cani: il livello di attenzione deve essere maggiore e la scelta dell’adozione di soggetti appartenenti a queste tipologie, soprattutto maschi,  dovrebbe essere valutata con maggior riflessione nelle famiglie con bambini.
www.asetra.it

Share
Tags:

Comments are closed.