Tuesday, 12 December 2017 - 18:17

I funerali di Paolo Longi, il giovane scivolato dal sentiero alle pendici del Serva. Gli verrà intitolata una sala del Centro giovanile Don Bosco

Lug 24th, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

C’è una bibbia aperta sopra la bara di Paolo Longi, il giovane che ha perso la vita martedì scivolando per oltre 200 metri in un burrone nel sentiero in Vaus, alle pendici del Monte Serva (). «E non abbiamo trovato una sola pagina della bibbia che non gli si addica» ha detto don Vinicio durante l’omelia venerdì pomeriggio nella chiesa gremita di San Giovanni Bosco, dove si è celebrato il rito funebre. E dove per il caldo e l’afa due persone hanno accusato dei lievi malori. A fronte di una vita spezzata a soli 20 anni, don Vinicio nell’omelia pone due possibili alternative: «Lasciare tutto, o prendere tutto. Se si lascia non rimane che inveire contro un destino crudele. Se si decide di prendere c’è una mano pronta a consolarci. Nella brevità dei suoi 20 anni, Paolo ha raggiunto la sapienza della vita, che consiste nel saper vivere per gli altri. E noi siamo testimoni di questa sua costante disponibilità». Don Vinicio prosegue avvicinando e sovrapponendo le sacre scritture. Parla del “tocco definitivo della santità” e nella sua immaginifica e suggestiva ricostruzione di quell’attimo in cui Paolo dal fondo di quel burrone lascia questo mondo, lo immagina chiedere a Dio di donare la forza per i genitori e i fratelli di superare questa terribile prova. Una richiesta, che per quanto è possibile vedere, dalla sobrietà e dalla compostezza dimostrata da tutti, è stata accolta. La cerimonia si conclude con due appelli. Uno rivolto a chi possiede degli scritti di Paolo, affinché siano messi a disposizione della Parrocchia per redigere una biografia del giovane. Il secondo appello è rivolto direttamente a Paolo, perché aiuti tutti quei giovani che hanno dimenticato di essere cristiani. Le offerte in ricordo di Paolo saranno destinate al restauro di una sala del Centro giovanile Don Bosco che sarà dedicata alla sua memoria.

Share
Tags:

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.