Thursday, 14 December 2017 - 10:04

Alpini in crisi: 50 euro in più in busta paga per chi si arruola, corsie preferenziali per l’accesso all’impiego e 200 mila euro l’anno all’Associazione per gestire i riservisti

Lug 8th, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Pare che i ragazzi dell’arco alpino e appenninico non siano più interessati ad arruolarsi nell’Arma degli alpini. Così il governo ha deciso di varare un provvedimento che uscirà a fine estate nel quale sarà incentivato l’arruolamento nelle penne nere attraverso una serie di benefici. La Lega voleva addirittura regalare 500 euro al mese in busta agli alpini rispetto ai loro colleghi delle altre Armi. Ma alla fine l’aumento, che pur c’è stato, sarà di una cinquantina di euro. Oltre ad una corsia preferenziale per l’accesso all’impiego nella sicurezza e protezione civile per coloro che terminano regolarmente il periodo di ferma obbligatoria. Inoltre,  sarà istituito un Brevetto militare alpino con il quale si accederà ad un Corpo di riservisti gestito dall’Ana – Associazione nazionale alpini – che riceverà 200 mila euro l’anno per la gestione di queste nuove competenze.

Share
Tags:

One comment
Leave a comment »

  1. Sarebbe bene precisare che l’aumento di 50 euro in realtà è in vigore da circa 8 anni.
    Il nuovo disegno di legge non dispone alcun ulteriore aumento.Con viva cordialità.
    Cesare Lavizzari

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.