Tuesday, 24 October 2017 - 06:07

In Mtb sul percorso del trenino delle Dolomiti, la prima escursione martedì 7 luglio, con Red Devils

Lug 3rd, 2009 | By | Category: Eventi, sport, tempo libero, Pausa Caffè

La stagione del Cortina Bike Resort è già entrata nel vivo, complici le giornate di sole e le temperature miti degli ultimi giorni. Il progetto coordinato da Cortina Turismo, nato nella primavera dello scorso anno, è quello che in gergo turistico viene definito un “prodotto turistico” o “club di prodotto”: gli operatori interessati a un ben determinato target si mettono in rete, si pongono degli obiettivi di qualità e sviluppano tutte le attività funzionali alla creazione della macchina. L’obiettivo è quello di proporre un’offerta capace di essere di richiamo per nuovi turisti. Innanzitutto si è creato un circuito di 12 percorsi consigliati e una rete di Bike Hotel: oltre 20 alberghi in grado di offrire tutti i servizi necessari, dalla manutenzione e ricovero per le biciclette ad appositi menù. I noleggiatori hanno definito un sistema di tariffe unico, si è creata una rete di istruttori specializzati pronti ad accompagnare neofiti ed appassionati lungo percorsi di diverse difficoltà. La scuola Red Devils organizza martedì 7 luglio la prima uscita della stagione, partenza alle 9.30, con l’istruttore Fabio Bernardi. L’itinerario Cimabanche – Cortina si snoda integralmente lungo il percorso del Treno delle , il tratto ferroviario che fino a metà degli anni ’60 collegava Cortina con Dobbiaco verso nord e con Calalzo di verso sud. Conosciuta dagli appassionati come “Ferrovia”, rientra ora nel più ampio progetto denominato “Ciclabile delle Dolomiti”. La strada è tutta in lieve discesa, su fondo sterrato che si presenta ottimo lungo tutto il percorso, quindi affrontabile anche da principianti e famiglie con bambini piccoli. La pedalata ha inizio al Passo Cimabanche, dove sorge l’omonimo Chalet. La ciclabile si mantiene nel primo tratto parallela alla SS51, fino a trovare un piccolo laghetto, il Lago Negro (km 1,4), all’altezza di ex caserme militari ben visibili sulla destra; si immerge poi nel bosco sino in località Ospitale, dove si trova un ampio spazio adatto per una sosta (qui sorge un casello ferroviario ora diroccato, km 4,5). Ad Ospitale si consiglia una visita alla Chiesa, consacrata a San Nicolò: venne eretta nel 1400 in un luogo dove già dal XI secolo esisteva un ospizio (ora trasformato in Ristorante) dove sostavano i viandanti, i pellegrini e coloro che percorrevano questa importante strada trasportando le merci da Venezia alla Germania e viceversa (per raggiungere la Chiesa, salire per 200m verso la statale). Oltre Ospitale si arriva in breve ad una prima galleria, non illuminata, che precede il grande ponte in metallo sul Torrente Felizon (km 6,1): qui si raccomanda una breve sosta per ammirare l’orrido sottostante. Scavalcata la stretta gola si deve tenere la destra, trovando una seconda galleria, questa volta più lunga ma sempre ben illuminata, dopo 6,9km. Il tratto che segue corre ai piedi del Pomagagnon, portandoci velocemente al grande spiazzo presso il casello di Fiames (km 9,6: qui c’è una fontana per rinfrescarsi). Si continua su sterrato ancora per un chilometro circa, proseguendo poi su asfalto all’ingresso del centro abitato di Cortina. Qui la sede stradale è divisa da apposita segnaletica, in una corsia dedicata ai pedoni ed una alle biciclette: si consiglia quindi particolare prudenza, anche per i frequenti incroci con strade aperte al traffico. Questo e altri 11 percorsi consigliati si trovano ben illustrati e segnalati nei nuovi materiali realizzati da Cortina Turismo, tra cui la mappa dei sentieri e il depliant che in modo semplice e veloce racconta il progetto e fornisce tutte le informazioni utili: percorsi, bike hotel, noleggi, istruttori qualificati, trasporti e lo speciale bike pass, il tutto in italiano e in inglese.Anche i grandi eventi legati al mondo delle due ruote, sull’onda dell’entusiasmo e della spinta propulsiva del Cortina Bike Resort, nascono e crescono velocemente. Evento di apertura dell’estate 2009 è stato il Red Bull Road Rage dello scorso 20 e 21 giugno, una sfida a tutta adrenalina, un confronto all’ultima curva tra le strade di Cortina d’Ampezzo, un evento che ha unito la passione per il ciclismo su strada con la MTB Downhill. I corridori delle due discipline si sono fronteggiati in un tracciato dalla lunghezza di 5 km con partenza da Località Rio Gere e arrivo nel centro storico di Cortina.
Grande attesa per la 15° edizione della Cortina Dobbiaco MTB di domenica 26 luglio. Un appuntamento ormai tradizionale per gli amanti della bici e della montagna e che quest’anno chiuderà in bellezza il primo Cortina Bike Contest. Come sempre il tracciato è quello della strada della vecchia ferrovia che da Cortina porta a Dobbiaco: un affascinante percorso tra gli ambienti naturali più suggestivi delle Dolomiti. Il tracciato – di media difficoltà, completamente pedalabile e molto veloce –  si sviluppa su 42 chilometri complessivi di pista, per un dislivello in salita di 600 metri: adattissimo, insomma, sia a bikers che “ciclo-amatori”.
Le iscrizioni sono aperte. Info: www.cortinadobbiacomtb.dolomiti.org.
Il Cortina Bike Contest – 24-26 luglio – è il festival interamente dedicato a bike e ciclismo. Tra le proposte, momenti di sport, svago e divertimento per gli appassionati di ogni età. Una festa expo di bici e prodotti, che si svilupperà su Corso Italia, il cuore pulsante di Cortina d’Ampezzo, tra sfide per grande e piccini – come la gara kids 7/14 anni – aperitivi e manifestazioni, perfetta cornice alla Cortina-Dobbiaco Mountain Bike. Una manifestazione, quella del Cortina Bike Contest, capace di valorizzare la competizione e al tempo spesso presentare al target dei partecipanti e appassionati di mountain bike il territorio e le caratteristiche del Cortina Bike Resort.
Il Contest del prossimo luglio rappresenta il coronamento ideale di una dedizione che la Regina nutre da sempre verso il mondo della bicicletta. Cortina fu infatti teatro, alla fine degli anni Ottanta, di uno dei primi raduni di Mountain Bike, quando la mtb era ancora uno sport poco praticato e vide la nascita nel 1995 della Cortina-Dobbiaco, una competizione classica, dedicata anche a ciclisti non professionisti e giunta oggi alla sua 14° edizione. Il 2000 segnò l’anno dell’affermazione definitiva con l’organizzazione di tre importanti eventi, destinati a rimanere nella memoria e nel cuore di tutti gli appassionati: la gara di downhill, tenutasi sulla pista di Bob intitolata a Eugenio Monti, la Coppa del Mondo di Downhill sul monte Cristallo, e per finire la prima Epic Ride Europea, organizzata dall’International Mountain Bicycling Association.
Escursione con istruttore Cimabanche – Cortina
martedì 7 luglio – ore 09.30
Corso Italia / Casa delle Regole
Info e iscrizioni:
lun. dalle 17.00 alle 19.30: 0436/2911
347/2756270

Share
Tags: ,

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.