Monday, 22 July 2019 - 06:31

Il Top Team Belluno mantiene la rotta

Giu 29th, 2009 | By | Category: Sport, tempo libero
Top Team Belluno (foto Ag.Obiettivo)

Top Team (foto Ag.Obiettivo)

Il Top Team Belluno mentiene la rotta, come squadra del movimento pallavolistico bellunese. “La crisi economica investe lo sport? Sì, è vero. E noi facciamo di necessità virtù, concentrando le risorse sulle attività indispensabili per il nostro progetto”, dichiara Giovanni Lucchetta, creatore del progetto Top Team e presidente della Spes, la società “madre” del sestetto gialloblu di B2. “Dopo attente valutazioni abbiamo deciso di mantenere intatti sia gli obiettivi, ovvero portare Belluno in Serie A, che la strategia, cioé di puntare su atlete giovani, motivate e disposte ad allenarsi tutti i giorni – spiega Lucchetta – ma di variare il metodo, abbattendo i costi almeno per una stagione”. Tra i tagli previsti ci sono la scuola privata e gli appartamenti, quindi le ragazze torneranno a vivere in famiglia. Le atlete continueranno ad allenarsi per due o tre volte alla settimana nella palestra del Centro Sportivo Spes Belluno, dove giocheranno il loro terzo campionato di B2, mentre il resto del lavoro lo faranno a Conegliano, alla Zoppas Arena. In questo modo avranno a disposizione lo staff tecnico, preparatore e fisioterapista della Zoppas Industries Conegliano e potranno allenarsi con le campionesse di A1 maturando un’importante esperienza dal punto di vista tecnico.
“Proseguiamo con determinazione per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati – conferma Angelo Caneve, presidente della Spes bellunese – i ridimensionamenti dettati dalla difficile situazione economica generale saranno temporanei e speriamo di meritare presto il sostegno di sponsor che ci permettano di riportare il progetto a Belluno al 100%”.Nessuna rivoluzione nemmeno nella squadra, anche se sarà rivista. “Ci saranno dei cambiamenti – anticipa Lucchetta – dettati dalla necessità per alcune giovani di fare esperienza in altre categorie e dal fatto che comunque una rosa di 14 giocatrici è troppo ampia per una B2: qualcuna non giocherebbe mai. Una volta definite le conferme, ci sarà l’inserimento nel progetto di una nuova giocatrice”.

Share
Tags:

Comments are closed.