Monday, 22 July 2019 - 06:22

Cordoglio per la morte di Pieralberto Za

Giu 29th, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

«Ho appreso con grande costernazione e profondo dolore la tremenda notizia della morte di Pieralberto Za. Ancora una volta la montagna, anche se nell’altro emisfero terrestre, si è portata via un caro amico, un concittadino di valore che si è fatto onore nel mondo. A Pieralberto mi legava prima di tutto un sentimento di affetto e di stima, ma anche un rapporto di tipo istituzionale essendo egli un punto di riferimento per la Regione Veneto in Sudafrica sia con la comunità di oriundi veneti e bellunesi là residenti e sia con gli enti legati alle attività imprenditoriali». Lo ricorda così, con commozione, l’assessore Oscar De Bona che spesso sentiva Za al telefono e che lo vedeva quando ritornava a . Lo aveva incontrato anche a Cape Town quando vi si era recato guidando una delegazione della Regione Veneto in vista ufficiale ai Veneti residenti in Sudafrica alla quale, tra gli altri, aveva partecipato il segretario generale alla Programmazione, Adriano Rasi Caldogno.
«Si era fatto strada in pochi anni, Pieralberto – ricorda De Bona – e infatti grazie al progredire delle sue aziende era conosciuto e apprezzato nel suo lavoro al punto di essere nominato membro di direttivo della Camera di commercio italo-sudafricana di Città del Capo. Era iscritto all’ordine degli architetti di quel paese, oltre che a quello italiano. Tra i suoi incarichi a livello di volontariato c’era quello di rappresentante dei Bellunesi e dei Veneti nel mondo. Si impegnava anche socialmente appoggiando le diverse iniziative umanitarie a favore dei rifugiati ed emarginati messe in atto dalla Scalabrini Development Agency. Il mio pensiero è ora rivolto alla moglie e ai  bambini. Sarà durissima per loro, ma conosco Federica e so che la sua forza d’animo e la sua tenacia l’aiuteranno a superare questo crudele momento. Allo stesso tempo non posso non pensare al dolore della mamma Bianca, del papà Alberto con cui ho visitato le aziende di Pieralberto in Sudafrica e della sorella Anna, architetto in Provincia,  con la quale ho collaborato durante i miei mandati a Palazzo Piloni». «Pieralberto – conclude l’assessore De Bona –  era un emigrante di nuova generazione. Anche lui, come nella tradizione della nostra emigrazione, ha portato con sé il rigore del dovere e la capacità lavorativa, rendendo onore alla sua terra d’origine. Abbraccio con affetto Federica, i suoi bambini e tutti gli altri familiari di Pieralberto».

Share
Tags:

14 comments
Leave a comment »

  1. Ho avuto la fortuna di conoscere Pier circa sedici anni fa in vacanza in Puglia e da quel momento un legame speciale ci ha tenuto vicini, anche quando ha deciso di trasferirsi a Cape Town, non bastavano gli oltre undicimila chilometri a far affievolire la fiamma della nostra profonda amicizia.
    Era ed è un esempio per tutti noi, grande nelle sue imprese e soprattutto un Uomo che faceva dell’onestà, della correttezza e della disponibilità verso gli altri il suo credo quotidiano, le enormi capacità personali erano niente a confronto del suo grande cuore.
    Per me, e credo per tanti altri, Lui c’era sempre; le sue parole e il suo affetto mi hanno aiutato in tanti momenti difficili e insieme a Lui tutta la sua famiglia.
    Gli sono molto legato, si, gli sono, perchè il MIO AMICO Pier deve vivere in me col suo bellissimo ricordo che, almeno in parte, servirà a lenire il dolore della sua mancanza.
    Tutti dovrebbero aver conosciuto un persona come Pier, ed io sarò sempre orgoglioso di aver avuto questa enorme fortuna.

    Ciao Pier, mi mancherai proprio tanto…
    Un abbraccio forte e vigloroso come facevi tu, che dicevi:” la stretta di mano e l’abbraccio devono essere forti, perchè è così che ti dimostro quanto ti sono Amico!”

    A Fede e i bambini; a Bianca e Alberto; ad Anna e Renato; ai signori Santini; e a tutti gli amici e parenti che stanno soffrendo, posso solo dire che Io, Sara e le nostre famiglie vi siamo vicini.

  2. Da quattro anni vivo e lavoro a Cape Town.
    Ho condiviso con Pier la passione per l’architettura, la voglia di vivere, di cercare cose nuove e di non fermarsi mai. Ho impararto moltissimo da lui e da tutta la famigli Za.
    Qui a Cape Town abbiamo perso un amico una persona di grandissimo cuore sempre pronta ad aiutarti.
    Qui a Cape Town ho perso un fratello.

    Caro Pieralberto e’ stato un onore conoscerti non ti dimentichero’ mai. Ciao.

    Aram

  3. Ho conosciuto Pieralberto a Cape Town dove mi reco ogni anno per lavoro e ancoraq un mese fa l’ ho incontrato presso la sua ditta. Una persona speciale, unica, con uno splendido carattere. Lo ricordero’ per sempre. Ciao Pierlaberto

    Marco

  4. HO LAVORATO ALCUNI ANNI CON PIERALBERTO PER LE SPEDIZIONI SUD AFRICA.
    VORREI ESPRIMERE SENTITE CONDOGLIANZE PER LA FAMIGLIA A NOME MIO E DELLA SEATRAM. VI SIAMO VICINI CON AFFETTO.

  5. Durante un soggiorno africano Aram mi portò a conoscere il suo amico PierAlberto, ragazzo meraviglioso che con sgomento e pena porterò sempre nel cuore. Per Aram era come avere un fratello a Cape Town e noi a Bassano, sentendo così spesso parlare di lui , lo consideravamo quasi un altro figlio lontano. A tutti i suoi cari un grande abbraccio. Micaela con Rory , Jan e Leslie

  6. Ho avuto la fortuna di conoscere Pieralberto sin da piccolo, rimmarrà sempre nei nostri pensieri e soprattutto nei nostri cuori.
    A Federica, i figli, Bianca e Alberto la mia famiglia vi sarà sempre vicina.

    TI voglio bene Pier

  7. La prematura scomparsa di Pieralberto ci ha lasciato sbigottiti,increduli e profondamente addolorati. A noi piace ricordarlo come lo abbiamo visto un anno fa, pieno di vita,felice,cortese e sempre molto educato e rispettoso. In questo tragico momento il nostro pensiero va ai suoi genitori, alla sua moglie e ai suoi splendidi bambini. Speriamo che ciò che Pieralberto ha lasciato riesca a lenire,in parte,il loro profondo dolore e li aiuti nel futuro. Noi lo penseremo spesso,tenendo presente la sua intraprendenza e il suo coraggio nelle decisioni della vita . A conclusione non possiamo che inviare un lontano, ma fortissimo abbraccio a Alberto, Bianca, Federica , ai bambini e a tutti i familiari e amici che lo hanno conosciuto. Profondamente commossi inviamo sentite condoglianze Cosimo, Ilaria e Jacopo Semeraro.

  8. Non ci sono parole in circostanze come queste, non ci sono parole per esprimere quello che uno prova in questi momenti. Ho conosciuto Pier e la famiglia Za quasi per caso, un anno fa a Cape Town. Mi hanno accolto nella loro famiglia come una figlia e mi hanno fatto sentire a casa. Sei.. eri.. una delle poche persone al mondo che riusciva a battere il mio ottimismo, non mi scorderò mai le battute mattutine mentre andavamo al lavoro, non mi scorderò mai la capacità che avevi di mettere a proprio agio ogni persona che ti trovavi davanti, non mi scorderò mai l’ultimo abbraccio che ci siamo dati prima che tornassi in Italia. Ti ricorderò per sempre, ti ricorderò mentre ballavi con la Fede in ambasciata..eravate così perfetti. Mi mancherai Pier.

  9. Come è piccolo il mondo per gli uomini grandi: il Suo “profumo” ( la peculiare,gradevole personalità ) è arrivato anche a Palermo. Un abbraccio da uno sconosciuto ai familiari e a tutti i Suoi amici.
    Un grazie a chi mi ha dato l’opportunità di ricordarLo.

  10. Caro Alberto.
    Ancora prima di conoscerti ho potuto sentire la tua gentilezza e i tuoi modi squisiti. Io ora sono a Cape Town…ma Tu sei partito per il tuo viaggio più lungo. Il nostro incontro, saltato solo per pochi giorni, è solo rimandato…Ciao Pieralberto.

  11. L’ultima volta che ti ho visto avevi il naso sbucciato per una caduta in moto.
    Non ci siamo frequentati molto ma ho avuto per te una istintiva simpatia.
    Eri pieno di energia, di voglia di fare, di rispetto per gli altri.
    Ascoltavi con attenzione ed eri sempre pronto ad aiutare.
    Hai avuto una vita breve ma hai fatto tante cose, hai lasciato un grande vuoto a chi ti ha conosciuto e a chi ti ha amato.
    Addio Pieralberto

  12. I met Pier 10 years ago when he and Feda first moved to Cape Town, Luca was a few months old and I young and lived in the flat upstairs I must of spent every other night falling asleep on their couch. Every Sunday we would plan to ride bike at 07:00 and end up leaving at 10:00 after having first to prep the bikes we were supposed to have done the week before. I didn’t have any family in Cape Town and you treated me like family but that is just you at his funeral so many people talked of Pier like a brother and I too feel like I’ve lost a brother. You did so much for me and were one of the reasons I wanted to return to Cape Town you are a superb example of a human being and I will never be able to repay the kindness you showed to me. I keep expecting to see your silly smile and hear a knock on the door but luckily I have many good memories to hold onto. Ciao D

  13. Su internet scrivi un giorno un nome di un amico di tanti anni fa e fuoriesce questo…
    Ho avuto la fortuna di conoscerlo tanti e tanti anni fa, in Puglia, lui, Federica e la sua famiglia.
    Non ci sono parole, sono un saluto.
    Ciao Pier!
    Sandra

  14. ciao pier
    eri un amico e un esempio per tutti noi
    eri capace di infondere nelle persone la consapevolezza di poter fare qualsiasi cosa ,di poter materializzare tutti i sogni….

    mi mancherai
    ciao Giuli
    Un abbraccio grandissimo alla Fede ed ai bambini