Monday, 22 July 2019 - 05:30

15 mila euro al Soccorso alpino dal Bim Piave

Giu 26th, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Giovanni Piccoli presidente del Consorzio Bim Piave

Giovanni Piccoli presidente del Consorzio Bim Piave

Il Consorzio Bim Piave stanzia quindici mila euro a favore del Soccorso Alpino di Rocca Pietore. Serviranno per l’acquisto di un faro elettrico alimentato da gruppo elettrogeno, analogo a quello utilizzato sulle navi. E’ uno strumento importante che verrebbe utilizzato nelle operazioni notturne, in particolare per illuminare la porzione della parete sud della Marmolada. Il faro sarebbe così trasportato lungo la stretta mulattiera cha sale da Malga Ciapela alla Val Ombretta. Raggiunta la base dei mille metri di parete, con il suo fascio di luce permetterebbe ai soccorritori di individuare rapidamente gli alpinisti infortunati e quindi di provvedere con maggiore sicurezza alle operazioni di recupero. Lo stesso faro, vista l’enorme facilità di trasporto, verrebbe poi utilizzato in tutte le altre operazioni di soccorso notturno: dalla ricerca dei dispersi in valanga al recupero degli sciatori sulle cascate di ghiaccio. «Abbiamo risposto positivamente alla richiesta del Soccorso Alpino – spiega il presidente Giovanni Piccoli – perché riteniamo indispensabile agevolare in ogni modo l’importante attività che questo corpo svolge sul territorio. Sappiamo, peraltro, che in provincia c’è un solo altro faro di questo tipo, in dotazione alla Stazione di Pieve di . D’inverno, però, le giornate sono corte e le operazioni di soccorso si svolgono spesso anche nelle ore notturne. Dotare il Soccorso Alpino di un altro faro è dunque un’iniziativa di interesse generale alla quale abbiamo aderito senza tentennamenti». «D’altro canto – aggiunge il presidente del Consorzio tra i Comuni Bellunesi – il nostro rapporto con il Soccorso Alpino non si esaurisce nello stazionamento di contributi. Ma riguarda, ad esempio, anche un altro nostro progetto: quello della cartografia in tridimensionale. Un programma, questo, che permette ai soccorritori di valutare le caratteristiche del territorio in cui sono chiamati a operare, prima ancora di iniziare la missione».

 

Share
Tags: ,

Comments are closed.