Tuesday, 16 July 2019 - 16:13

Il nuovo volto di Lambioi: il Piave a misura di passeggiata

Giu 4th, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica, Meteo, natura, ambiente, animali, Prima Pagina
Raccolta di rifiuti sulle rive del Piave

Raccolta di rifiuti sulle rive del Piave

Con la raccolta dei rifiuti e lo sfalcio degli arbusti, sono iniziati i lavori coordinati dalla Provincia per la riqualificazione dei circa quattro ettari di area demaniale costeggiante il Piave e antistante la piscina comunale. La zona, che comprende l’arena naturale nel quale si tenne la scorsa estate lo spettacolo teatrale di Marco Paolini, la strada di accesso e l’area boschiva circostante, al termine dell’intervento di sistemazione cambierà volto, diventando un parco a disposizione di tutti i bellunesi. La prima parte dei lavori, dal costo di 7600 euro, è già in fase di realizzazione, a cura della ditta “Mattia” di Mel. In questi giorni sono stati raccolti oltre 30 bidoni di rifiuti di ogni tipologia (plastica, carta, materiale ferroso) per un totale di circa 700 chilogrammi di materiale inorganico, già differenziato al momento della raccolta. E’ stata inoltre sistemata la strada di accesso all’area, con la posa del fondo “stabilizzato”, ghiaia bianca che si compatta da sola con il passaggio dei veicoli. Si sta anche provvedendo allo sfalcio approfondito degli arbusti, allo scopo di preparare l’area per il secondo intervento, più complesso, che prevede il diradamento e la bonifica della zona dalle piante infestanti. Verranno tagliate piante e arbusti non autoctoni, in particolare le numerosissime robinie presenti. Saranno eliminate anche le ceppaie, per evitare la ricrescita di nuove piante dai ceppi abbandonati dopo il taglio, come accaduto in passato dopo i tagli selettivi consentiti nell’area.  Resteranno invece, e verranno valorizzate, le piante tipiche della zona, le cosiddette piante ripariali: pioppi, ontani, frassini e salici, ai cui piedi verrà seminata l’erba e creato un prato, trasformando l’area in un parco fluviale vivibile da parte dei cittadini bellunesi e di facile accesso.  Questo secondo intervento ha un costo di 30 mila euro e i lavori sono stati affidati alla ditta “Dal Farra” di Madeago.

Share
Tags:

Comments are closed.