Saturday, 18 November 2017 - 10:31

Denunciati i direttori generali della Ulss 1 Belluno e Ulss 7 Pieve diSoligo

Mag 21st, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica

Le fiamme gialle del Nucleo di Polizia Tributaria di hanno accertato, nell’ambito delle indagini condotte sull’Istituto Ospedaliero Codivilla Putti di Cortina d’Ampezzo, la posizione di conflitto di interessi da parte dei Direttori Generali della Ulss nr.1 di e Ulss nr.7 di Pieve di Soligo, dal 2003 al 2008, per aver ricoperto contemporaneamente all’incarico di Direttore Generale dell’Ente Ulss, la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione della Spa che gestisce, in regime di sperimentazione gestionale, l’ospedale cortinese. In particolare i predetti dirigenti hanno percepito un compenso annuo dall’Ospedale in questione ponendosi in una situazione di conflitto di interessi dato che la Ulss nr.1 di è l’ente del Servizio Sanitario Nazionale deputato al finanziamento dei ricoveri effettuati dall’Istituto Codivilla Putti S.p.a., nonché titolare dei controlli sulla corretta gestione della struttura sanitaria.
Inoltre, l’incarico di vertice ricoperto non poteva essere svolto parallelamente ad altri incarichi stante il carattere di esclusività richiesto dalla legge per dirigere un’azienda sanitaria. Per questa motivazione il pagamento da parte di una Pubblica Amministrazione di una somma alla quale non corrisponde una adeguata controprestazione integra e costituisce di per sé una fattispecie di danno erariale. In riferimento ai fatti sopradescritti sono stati segnalati alla Procura Regionale della Corte dei Conti di Venezia tre funzionari pubblici, per un danno erariale stimato in circa 600.000 euro. Nel più ampio contesto delle indagine sulla predetta struttura ospedaliera, proseguono le investigazioni coordinate dalla Procura della Repubblica di Belluno, con gli interrogatori di alcuni indagati, unitamente alla disamina delle consulenze tecniche, al fine di acquisire ulteriori elementi a conferma delle ipotesi dei reati di truffa e falso in atto pubblico.

Share
Tags:

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.