Tuesday, 21 November 2017 - 23:23

Frecciata alla Lega da Francesco Storace, a Belluno per presentare il candidato presidente Titti Monteleone e il candidato alle europee Paolo Patelmo

Mag 5th, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

«Bottacin ha dichiarato alla stampa “non sono io che decido”! E questi sarebbero quelli che sostengono l’autonomia…?» L’attacco frontale alla Lega questa volta non arriva dal centrosinistra, ma dal senatore Francesco Strace, leader dello zoccolo duro de La Destra, martedì pomeriggio a per presentare i candidati. Per la presidenza della Provincia è confermata Titti Monteleone «una candidatura che viene dalla base – ha detto Storace – quale esempio di meritocrazia». Mentre per le elezioni europee sarà l’avvocato Paolo Patelmo a rappresentare il Nord-est «con probabilità di essere eletto, posto che la nostra coalizione punta ad ottenere complessivamente dai 4 ai 5 deputati» ha precisato Storace. Che ha sottolineato le linee guida della coalizione che correrà con un nuovo simbolo recante la scritta “Autonomia”. Oltre ai simboli dei movimenti che la compongono, ossia “La Destra”, “Mpa” e “Pensionati”. Storace non ha risparmiato una battuta sulle vicende personali di Berlusconi quando, alludendo alla rottura con la coalizione di centrodestra, ha detto «non siamo stati gli ultimi a divorziare con lui». Ha criticato quindi il Trattato di Lisbona poiché, non appena entrerà in vigore, priverà gli stati nazionali della loro sovranità, perché non sarà più possibile opporsi ai provvedimenti dettati dall’Unione europea. «Noi rivendichiamo l’autonomia – ha detto Storace – prima di consegnare tutto all’Europa. Gli stati devono poter decidere le loro politiche da attuare. Noi dobbiamo ricostruire la destra! Un cittadino su tre non ha votato alle ultime politiche e noi vogliamo il voto di quella gente che non si sente più rappresentata».

Share
Tags:

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.