13.9 C
Belluno
lunedì, Agosto 10, 2020
Home Cronaca/Politica Reolon sul turismo: "Serve una svolta, chiediamo competenze e risorse a Venezia"

Reolon sul turismo: “Serve una svolta, chiediamo competenze e risorse a Venezia”

«Sul turismo siamo arrivati al punto limite. Con la legge e le risorse attuali tutto quello che la Provincia di Belluno e i Consorzi di privati potevano fare lo hanno già fatto. Oltre non si andrà senza un cambio radicale di rotta». Sergio Reolon, presidente della Provincia di Belluno si dichiara seriamente preoccupato per un settore che “nonostante le potenzialità stenta ancora a decollare”: «Se la gestione del settore turistico rimane frammentata così com’è oggi, Belluno e le Dolomiti non hanno futuro. Abbiamo bisogno di un punto di governo vicino ai territori e di rafforzare la relazione tra la parte pubblica e quella privata. Dobbiamo poter lavorare a stretto contatto con i Consorzi in un’ottica di sviluppo comune e armonioso del prodotto turistico».
Reolon auspica un immediato e radicale cambiamento di rotta da parte della Regione Veneto. «Domani mattina a Venezia presentiamo la nostra proposta alla commissione del Consiglio regionale incaricata delle audizioni per la nuova legge sul turismo. Chiediamo il trasferimento unitario e organico delle competenze e delle risorse. E’ l’unica via per rafforzare la presenza delle strutture associate di promozione turistica, cioè dei Consorzi».
Perché «il prodotto turistico delle Dolomiti è vecchio», dice a chiare lettere Reolon, «deve essere attualizzato e rinnovato. Perché succeda il pubblico e il privato devono poter dialogare sistematicamente e in una nuova cornice. Fra l’altro i Consorzi privati vanno sottratti alle lungaggini burocratiche della Regione e ai tempi non sostenibili con cui Venezia eroga i contributi. Tempi e modalità dei contributi vanno discussi direttamente con i Consorzi e devono essere adeguati alle esigenze del mercato non a quelle di una burocrazia lontana centinaia di chilometri». Se non ci sarà la possibilità di costruire un proprio sistema, afferma il presidente Reolon, «questa Provincia non conoscerà alcuno sviluppo turistico. Proponiamo per questo al Consiglio regionale di organizzarci in ambito turistico partendo dal nostro territorio per poterci mettere in relazione, non solo in concorrenza, con le altre realtà dolomitiche»

Share
- Advertisment -



Popolari

Alpago Sky Super 3: Alex Oberbacher firma l’ottava edizione. Al femminile vittoria per la friulana Maria Dimitra Theocharis

Chies d'Alpago (Belluno), 9 agosto 2020 – Sono stati 400 i concorrenti che domenica 9 agosto hanno dato vita all'ottava edizione di Alpago Sky...

Pokerissimo con record di Christian Merli nella 46ma Alpe del Nevegal

Christian Merli, sempre più nella storia dell’Alpe del Nevegal. Il trentino di Fiavè ha confezionato due prestazioni strabilianti nella 46ma edizione della cronoscalata, organizzata dalla Tre...

Il premier Conte e il generale Lamarmora: una questione di pubblicità e trasparenza  * di Marco Zanetti

La decisione del premier Conte di risolvere motu proprio la questione del negato accesso alla documentazione che è stata a presupposto dei provvedimenti governativi...

Piero Lottini su Osella Pa9/90 vince la 46ma Alpe del Nevegal autostoriche

Piero Lottini, portacolori della scuderia Bologna Corse, ha realizzato il miglior tempo assoluto nella categoria autostoriche impegnate nella 46ma Alpe del Nevegal. Lottini, con la...
Share