Saturday, 20 July 2019 - 13:30

Arriva lo scambio ferroviario a Santa Croce del Lago

Apr 23rd, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Da giugno 2010 sarà attivo lo scambio dei treni nella stazione di Santa Croce del Lago lungo la linea Ponte nelle Alpi – Conegliano. Oggi pomeriggio il direttore compartimentale infrastrutture di Venezia di Rete Ferroviaria Italiana, Giuseppe Albanese è salito a per incontrare l’assessore provinciale ai trasporti, Quinto Piol. «Il direttore», riferisce Piol, «mi ha illustrato il progetto di attivazione dello scambio a Santa Croce del Lago. Dopo anni di battaglie e di pressioni su Rfi e sulla Regione per il miglioramento del servizio ferroviario», commenta Piol, «finalmente vediamo dei risultati concreti. Lo scambio a Santa Croce è il presupposto indispensabile per il miglioramento degli orari e del cadenzamento di tutta la linea. La possibilità di incrocio dei treni a Santa Croce consentirà di velocizzare tutti i collegamenti del e di con Venezia». I lavori, ha assicurato il responsabile di Rfi, cominceranno già questa estate con la posa dei nuovi binari e l’installazione dei deviatoi.
L’altra notizia portata da Rfi riguarda i lavori programmati lungo la linea Castelfranco – Belluno per consentire dalla primavera del 2011 il cadenzamento della linea Belluno – Padova con un treno ogni 60 minuti.
Entrambi gli interventi sono inseriti con priorità 1 nell’elenco delle opere infrastrutturali di Rfi, consegnato all’assessore Piol.

Share
Tags: ,

One comment
Leave a comment »

  1. Sono molti anni, e tutti lo sanno, che mi batto affinchè venisse RIPRISTINATO il binario di incroicio e precedenza a SANTA CROCE DEL LAGO.- Quello che mi duole ( e molto ) che essendo la stazione stessa
    ubicata tra DUE gallerie per possibili DUE binari, i deviatoi dovevano essere posti all’interno delle stesse affinchè nella stagione invernale, in caso di nevicate, i deviatoi funzionassero e quindi che i segnali
    di protezione funzionassero.- Bastano alcuni millemitri di neve tra ago e contrago del deviatoio non
    combacino.- Poi ritardi a non finire.- Perchè, lato Ponte delle Alpi, è stato collocato all’interno della Galleria
    S.Croce?.- Sarebbe stato sufficiente realizzare 280 metri di binario nella Galleria Fadalto, lato Vittorio Veneto,
    e non si avrebbero in futuro ritardi ai treni.-
    Chi scrive ha vissuto 25 anni in stazione di Santa Croce del Lago e proprio in questa stazione ha incominciato a fare il ferroviere.-