Thursday, 17 October 2019 - 02:08
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

I ragazzi di Petrosani ospiti di Pollicino. Morena Pavei e Enrico Collarin cittadini onorari in Romania

Apr 2nd, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Pavei e Collarin con il Sindaco di Petrosani Tiberiu Jacob Ridzi

Pavei e Collarin con il Sindaco di Petrosani Tiberiu Jacob Ridzi

Per il terzo anno consecutivo una delegazione di studenti del Liceo Teoretic di Petrosani sarà in provincia di ospite del Comitato Pollicino per svolgere un progetto di formazione ai valori del volontariato. Questo terzo progetto è sostenuto e sovvenzionato dal CSV di , proprio perché trattasi di un ulteriore passo che il sodalizio di Pavei e Collarin sta effettuando nel cammino della sensibilizzazione e formazione culturale delle giovani leve rumene. Difatti, una parte dei ragazzi era già venuta in Italia l’anno passato ed in questi mesi hanno collaborato con la Casa Alloggio Pollicino di Petrosani. Altri svolgeranno l’attività per la prima volta, proprio per dare una continuità.    Sorin Ionita, Adrian Padurariu, Razvan Lapadus, Adrian Vandras, Raul Croitoru, Talita Lovasz, Iulia Miklos, Cristina Popescu, Flavia Matei, Diana Benea, Emilia Badescu e Kinga Farkas, accompagnati dall’insegnante Ana Maria Palade e dal direttore artistico Nicolae Nicoara, arriveranno a Treviso, con volo diretto da Timisoara, giovedì 26 marzo alle ore 17.00 e si fermeranno in provincia fino a lunedì 6 aprile. Il periodo non è casuale in quanto nel primo fine settimana di aprile il Comune di Ponte nelle Alpi festeggerà ufficialmente i 300 della sua costituzione, con ospiti d’onore il Sindaco di Petrosani, città gemellata con il comune bellunese, ed una delegazione di rumeni composto da un Assessore, il Preside del Liceo Teoretic, la Presidente della Famiglia “Jul-Piave” ed il direttore della Casa Pollicino. Durante le celebrazioni del 4 aprile i nostri ospiti effettueranno uno spettacolo folkloristico per stringere un ideale abbraccio con la comunità pontalpina. Un breve saggio della loro eclettica bravura sarà offerto anche durante lo spettacolo delle Scuole in Rete che si terrà venerdì 3 aprile alle ore 20.30 al Teatro Comunale di . Ad esclusione di tre ragazzi e del direttore Nicoara, che saranno ospiti dell’appartamento del Comitato d’Intesa in via del Piave 5, tutti i giovani saranno ospitati da famiglie di studenti pari età della zona di , anche questo sotteso allo sviluppo dell’interazione e dello scambio culturale. Il fitto programma prestabilito dal Pollicino, grazie all’aiuto esperto di Paolo Capraro del CSV, prevede sei giornate di lavoro, partecipazione e studio all’interno delle realtà associative e volontaristiche della nostra provincia, in particolar modo con le strutture dedicate ai bambini in difficoltà ed ai down, fascia di intervento del Pollicino a Petrosani. Le giornate di studio si svolgeranno presso il CSV di ; gli istituti delle “Scuole in Rete”, in particolare il Catullo i cui ragazzi effettueranno uno stage formativo a Petrsoani di due settimane alla fine di giugno prossimo; l’Associazione “Porta Aperta” di ; l’Associazione italiana persone down; la Casa di riposo di Ponte nelle Alpi; il gruppo ANA di Sois; gli obiettori di coscienza del Comune di Belluno; il Comune di Belluno; il Comune di Ponte nelle Alpi, l’artista Bruno de Pellegrin, il quale svilupperà un progetto artistico – formativo a Petrosani; l’Hotel Pordoi di Arabba; la Trattoria “Col di Salce”; e la comunità rumena di Padova. Non mancheranno ovviamente momenti di svago e più leggeri, come una giornata sugli sci a Cortina e numerosi lassi di tempo liberi, da investire con i pari età bellunesi per accrescere la reciproca conoscenza.
E a Morena Pavei e ad Enrico Collarin è stata assegnata la cittadinanza d’onore di Petrosani. Lo ha voluto il consiglio comunale della città rumena (circa 50 mila abitanti nella zona della Transilvania) come atto tangibile di  riconoscenza e di ringraziamento per l’attività che i due volontari bellunesi, con il Comitato Pollicino, stanno svolgendo a favore dei bambini in difficoltà del loro paese. L’attestato di cittadinanza onoraria verrà consegnato a Pavei e Collarin direttamente dal sindaco  Tiberiu Jacob Ridzi in occasione della sua partecipazione alla celebrazione dei 300 anni del  comune di Ponte nelle Alpi, gemellato con quello di Petrosani, che si svolgerà nel municipio a Cadola sabato prossimo (4 aprile) alle 10. La delegazione rumena guidata dal primo cittadino di Petrosani sarà composta dall’assessore Vasile Pop, dal preside del liceo Teoretic, Gilbert Danciu, dalla presidente della famiglia bellunese “Jul Piave”, Bela Mirza Olivier, e dal direttore della casa alloggio “Pollicino-Petrosani” Mario Palade. Con loro saranno presenti alla cerimonia anche i 12 studenti del “Teoretic” che sono già in Italia da giovedì scorso (26 marzo) con due loro insegnanti, Ana Maria Palde e Nicolae Nicoara, ospiti del Comitato Pollicino e del Centro servizi volontariato del Comitato d’Intesa di Belluno. Parteciperà all’evento un nutrito gruppo di volontari del “Pollicino”, coloro che hanno dedicato tanto impegno, tante professionalità e tante giornate per poter realizzare la casa alloggio che oggi è uno dei fiori all’occhiello del valoroso volontariato bellunese. «Siamo sorpresi e commossi – hanno dichiarato Morena Pavei ed Enrico Collarin – oltre che grati verso il Comune di Petrosani che ci ha riservato un così grande onore. Da italiani, da bellunesi e veneti, siamo molto orgogliosi che le nostre azioni siano apprezzate in un Paese difficile sotto molti punti di vista com’è la Romania. Questa nostra gioia vogliamo condividerla prima di tutto con i numerosi volontari del “Pollicino” e con i nostri concittadini. Perché è grazie a tutti loro se siamo riusciti a costruire qualcosa per aiutare chi ha più bisogno di noi». Morena Pavei ed Enrico Collarin, a partire dalle 18 di sabato, offriranno un brindisi all’Osteria al Ponte di Borgo Pra a Belluno  per festeggiare, insieme con i volontari del Pollicino, gli ospiti rumeni, le autorità e tutta la cittadinanza bellunese l’onorificenza assegnata da Petrosani.

Share
Tags: ,

One comment
Leave a comment »

  1. sono una studente della scuola secondaria di mel e mi volevo solo congratulare con voi per tutto lo sforzo che avete fatto per loro e per l’impegno costante che a loro date… Ora dopo tutti questi meravigliosi raconti mi viene quasi voglia di andare proprio in Romania a conoscere quei fantastici bambibi..!!

    Margherita

    p.s. Se vi ricordate, me li potete salutare?? Grazie.–