Wednesday, 21 August 2019 - 13:16
direttore responsabile Roberto De Nart

Discorso soft del sindaco Prade alla cerimonia del Bosco delle castagne

Mar 8th, 2009 | By | Category: Riflettore

Solo un brevissimo affondo di Francesca Bortot, studentessa del Liceo scientifico di , alla cerimonia del Bosco delle castagne questa mattina (8 marzo), in memoria dei 10 partigiani impiccati dai tedeschi l’8 marzo del 1945. «Di fronte a tentativi di scavalcare la Costituzione – ha detto la studentessa riferendosi al Lodo Alfano che sottrae alla giustizia ordinaria le pendenze penali del capo del governo Silvio Berlusconi «noi dovremmo lottare in pace e cercare di fare qualcosa per migliorare la situazione». Inattaccabile l’intervento del sindaco Antonio Prade che ha detto «Il Bosco delle castagne oggi è un monumento per la nostra città. L’antifascismo ha bisogno di energia e nuova linfa, affinché ogni totalitarismo possa essere combattuto» Alla cerimonia erano presenti i rappresentanti delle associazioni di partigiani, reduci di guerra, combattentistiche e d’Arma; la vicepresidente della provincia Claudia Bettiol, il vice prefetto vicario Pellos, il presidente del consiglio comunale Oreste Cugnach. E’ intervenuto il presidente dell’Anpi provinciale Luciano Padovani, i ragazzini della Scuola elementare di Tisoi e Bolzano bellunese. Ha celebrato la messa il cappellano militare don Sandro Capraro con un reparto del 7mo Alpini che ha reso gli onori alla Città di e ai Caduti.

Share
Tags:

Comments are closed.